Cosa (in effetti) invidia i bambini?

Perché un bambino inizia a provare rabbia e fastidio in relazione a un pari, che, gli sembra, ha immeritamente possiede qualcosa che gli desiderava? Questo è il risultato della cattiva istruzione? Una caratteristica del carattere? Linea da cui devi sbarazzarti? Ci occupiamo dello psicoterapeuta esistenziale Svetlana Krivtsova.

Le manifestazioni di invidia sono abbastanza facili da riconoscere. Il bambino non vuole separarsi da uno strano giocattolo. Singhiozza, se qualcuno è stato elogiato per il disegno, ma non lo è, e può persino colpire, rompere questo lavoro. Porta le cose di altre persone dall’asilo o inizia a collegare i soldi.

Siamo distinti per invidia nello sguardo affascinante di sua figlia, che non è in grado di strapparti dalla bellissima bambola della sua amica e in fastidiosa: “Perché Katka ha tutto, ma ho solo una vecchia stupida Barbie?”E per indignazione del figlio di uno scolaretto:“ Dimochka, Maria Nikolaevna, le dà sempre amata per parlare, ma non mi guarda nemmeno!”E dalle lamentele dei fratelli:” Perché è lui.È sempre la prima? Perché lei/lui è il migliore?”

Invidiata per le altre persone – i loro benefici materiali, le loro relazioni personali e risultati – quando ha un bambino e dove le sue origini?

“Da qualche parte all’età di cinque anni, i bambini hanno già l’esperienza dell’invidia”, spiega la psicoterapeuta Svetlana Krivtsova. – Perché esattamente a questa età? Perché da circa quattro anni il bambino deve ricevere il riconoscimento del valore dai genitori. Prima, nella prima infanzia, non era così importante, c’erano altri segni di una buona relazione. Ma da quattro anni, come ha detto lo psicoanalista Hins Kokhut, la personalità del bambino fa sì che lo splendore agli occhi dei suoi genitori. Senza questa brillantezza, il “narcisistico” i “del bambino non può guadagnare sufficiente maturità”.

Brilla negli occhi – questo non è necessariamente lode. Ma i bambini sono molto sensibili al fatto che i genitori notano i loro risultati. Quando una madre o un padre nota che il loro bambino sa già come fare bene (ha detto/disegnato/saltato in alto), capisce che riceve un riconoscimento dai suoi genitori.

Tutti i bambini dai 4 ai 5 anni diventano un po ‘presunti. Sono molto sensibili all’approvazione e alla lode che gli altri bambini vanno e ne sono invidiosi. E poi in qualche modo scompare da solo. Saturi di riconoscimento, i bambini si fidano dei loro genitori e si muovono ulteriormente con maggiore fiducia. Ma in alcuni bambini, rimangono queste esperienze dolorose. A volte l’invidia si manifesta come avidità (“Non darò!”), E talvolta – come gelosia (” Non mi ami come un fratello!”).

“I sentimenti di gelosia, invidia e avidità sono davvero strettamente correlati tra loro, vicini al meccanismo interno”, conferma Svetlana Krivtsova. – Tutti sono collegati (anche in un adulto) con la mancanza di una sensazione “Sono bravo e degno di amore senza alcuna condizione”. Questa sensazione è molto necessaria per una persona, e se non lo è, soffre e inizia a combattere freneticamente per l’amore, lo chiede persino e allo stesso tempo sente acutamente l’ingiustizia nei confronti di se stesso, osserva chi ha ciò che vuole, confronta, è indignato, indignato, indignato e indignato ed è indignato e tormentato. Quando un bambino deve chiedere amore, questo significa una base su cui è costruita una persona “.

Prendi impulsi distruttivi

La rottura della “fondazione” si verifica molto prima, il secondo o il terzo anno, quando il bambino, ancora così dipendente dagli altri, inizia a mostrare la sua volontà autonoma. Eric Erickson scrive che in questo momento “i desideri stanno andando sul palco, strappando letteralmente il bambino a pezzi”. In questo momento, è particolarmente importante rafforzare in lui un senso di fiducia in se stessi e sostenere il desiderio di “stare in piedi”.

Se i genitori non accettano i suoi impulsi contraddittori e distruttivi, sembrano conoscerlo che qualcosa non va in lui. Fondamentalmente. Qualunque cosa faccia. E il bambino crede perché i bambini credono ai loro genitori. E inizia a provare vergogna per se stesso – la sensazione che avremmo provato, in piedi senza pantaloni davanti alle persone.

Qual è la causa del rifiuto da parte degli adulti? A volte – nella loro disattenzione e analfabetismo, nelle loro stesse frustrazioni, che proiettano sul figlio o sulla figlia. Ma c’è un’altra base: sensibilità insufficiente per il bambino con bisogni speciali.

“Ci sono bambini con cui le madri non subiscono seri problemi”, spiega Svetlana Krivtsova. – È facile essere d’accordo con loro, giocano bene e si addormentano da soli, non hanno bisogno della presenza della madre costante. E ci sono altri bambini, per i quali, secondo Klaus Brisha, uno specialista leader nella teoria dell’attaccamento, non è sufficiente per una madre con un grado medio di sensibilità, perché questi bambini sono troppo vulnerabili. Hanno più dalla nascita di altri, hai bisogno di attenzione di mia madre e atteggiamento attento “.

Tali bambini possono sperimentare una carenza particolarmente ampia di sé. Non si rendono conto della ragione delle loro esperienze dolorose. Ma costituiscono inconsciamente un certo modo per compensare questa sensazione di “bontà” insufficiente. Come accade questo?

“Ad un certo punto, il bambino scopre improvvisamente: se vuoi qualcosa di molto, dai solo (giocattolo, per esempio), allora diventa più facile”, spiega Svetlana Krivtsova. – Sorge la fiducia e le correzioni emotivamente: se lo ottengo, allora non ci sarà dolore. L’ansia di fondo si trasforma istantaneamente in attività per il bene del possesso. E il dolore si attenua “.

Un tale campione di sentimento (un’esperienza dolorosa della propria cattiveria – un attraente oggetto esterno – volontà mirato a ottenerlo – una diminuzione dell’ansia)

è ora fissa e resa familiare. È vero, una brutta sensazione ritorna molto rapidamente, di nuovo devi cercare un oggetto esterno del desiderio. Tutto ciò che intorno è adatto per diventare un’esperienza Ersaciana “Sono bravo e degno di amore”.

Il bambino è ora insaziabile nel desiderio di possedere cose che hanno i suoi amici. E allo stesso tempo inizia a schiudersi per coloro che lo hanno. Gli sembra che un bambino che ha questo telefono o designer debba essere punito, perché è ingiusto, perché lui stesso dovrebbe essere così necessario.

Invidia suo fratello minore o compagno di classe quando vede che lo amano proprio così. Gli sembra che quando riceve ciò che vuole, amerà. Comincia a pianificare come lo prenderà, cade nell’attivismo e in quel momento è sollevato, gli sembra che il suo controllo sia nelle sue mani, che possa fare qualcosa.

Pertanto, i bambini invidiosi sono insolitamente inventivi, prima o poi ottengono ciò di cui hanno bisogno. Ma, sfortunatamente, non ottengono ciò di cui hanno veramente bisogno.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Shopping Cart